La leishmaniosi

Pappatacio, veicolo di leishmaniosi. Foto tratta da Wikipedia

La leishmaniosi è una grave malattia trasmessa dai flebotomi, comunemente chiamati pappataci.

I flebotomi sono essenzialmente delle piccole zanzare. I problemi causati da zanzare e pappataci sono diversi, e questo è uno dei più gravi.

Se non viene diagnosticata in tempo, la malattia può anche portare alla morte del cane.

Te lo dico subito, ad oggi non esiste un vaccino contro la leishmaniosi.

I sintomi

Quali sono i sintomi della leishmaniosi?

Non sempre si presenta allo stesso modo, e a volte è difficile collegare il sintomo al problema.

Eccone alcuni:

  • Problemi articolari
  • Problemi renali
  • Vomito
  • Diarrea
  • Perdita di pelo, in vari punti del corpo
  • Dermatite
  • Problemi agli occhi

Quando abbiamo un qualsiasi problema con il cane bisogna sempre portarlo dal veterinario, anche per un semplice controllo. A maggior ragione ora che sai che uno di questi problemi può essere una spia di un problema più grosso, non esitare.

Cosa succede se il cane contrae la malattia

Se sfortunatamente il tuo cane ha la leishmaniosi, dipende tutto da caso a caso, ma se il cane è forte e trovi subito il trattamento giusto, il cane potrà vivere per anni senza problemi, seguendo una specifica cura farmacologica. Speriamo che questo sia il tuo caso.

Sappi che non esiste una cura che possa guarirlo, ma solo una cura che tiene a bada la malattia, senza però debellarla.

Non siamo veterinari quindi ci atteniamo a quanto letto ed appreso su libri e siti internet che trattano l’argomento. La nostra è ovviamente solo un indicazione di massima.

Come prevenire la leishmaniosi

Ora che sappiamo cosa porta la malattia, quali sono i suoi sintomi e cosa succede se il tuo cane l’ha contratta, vediamo come evitare che ciò succeda, in primo luogo.

Infatti come detto non esiste una cura e quindi è necessario prestare molta attenzione.

Innanzi tutto conosciamo il nostro nemico, leggendo cosa sono i flebotomi. Essi sono attivi perlopiù d’estate, dal tramonto all’alba. E sono creature simili a zanzare, per cui amanti dell’acqua e si notano soprattutto in assenza di vento.

Sapendo questo, ecco i punti chiave da seguire:

  • Tieni il cane dentro casa di notte. Come detto i pappataci sono attivi perlopiù la notte. Fai in modo che il tuo cane di notte non sia vulnerabile al loro attacco.
  • Installa zanzariere alle finestre, in modo che almeno in casa non possano entrare con facilità. Ricorda che i pappataci sono molto piccoli e possono passare se la zanzariera è a maglie grosse.
  • Utilizza i consueti accorgimenti contro le zanzare: evita ristagni d’acqua. Se hai stagni o fontane in giardino procurati dei rimedi contro l’infestazione da zanzare e pappataci.
  • Cerca di evitare (se possibile) di uscire nei momenti di maggiore attività di questi insetti, ovvero al crepuscolo.

Detto questo, esistono dei prodotti che possiamo applicare al cane. Abbiamo soluzioni temporanee, che possono durare per una passeggiata, o per la serata, e soluzioni a medio termine. L’ideale è combinare i due per avere una copertura efficace sempre, e rinforzata nel momento di maggior bisogno.

Tra le soluzioni temporanee c’è la citronella. Puoi applicarla con salviette profumate, o tramite spruzzino. Dura poco purtroppo e al cane può risultare poco piacevole da sentirsi addosso, ma è naturale.

Come prodotti a medio termine ci sono prodotti antiparassitari che funzionano contro i flebotomi. Abbiamo elencato svariati prodotti che funzionano anche con i pappataci in questo articolo che descrive quali sono i rimedi contro le zecche.

Non tutti sono adatti a chi anche ha i gatti, soprattutto se sono a base di piretro, per cui leggete bene i dettagli di ogni prodotto.

Conclusione

Che dire? Come per ogni possibile problema, sapendo le cause e le conseguenze, agiamo in modo da limitare i rischi per il nostro cane.


Sei arrivato fin qui? Grazie per averlo letto tutto!

Ecco altri articoli che ti potrebbero interessare:


Il sito che ti parla di cani



© 2016 - 2018