Cane con il cappellino

Molte volte, per piacere o per necessità, viaggi di lavoro, problemi di salute, ci troviamo a dover cercare una pensione per cani dove lasciare il nostro amico.

Avendo a disposizione nei dintorni più di una pensione per cani come puoi scegliere la migliore? Ecco qualche aspetto da tenere in considerazione.

Cercale tutte

Non affidarti alla prima che trovi. Cerca tramite Internet tutte quelle nella tua zona, e non aver paura di spingerti a fare qualche chilometro in più pur di far star bene il tuo cane durante la tua assenza.

Vai a visitare le pensioni

Prendi contatto con tutte le pensioni che hai trovato, telefona per chiedere quando puoi andare a visionare la pensione. Escludi subito le pensioni che non ti permettono di visitarle.

Quando vai a visitare la pensione prima di tutto devi valutare il personale, devi avere piena fiducia in loro e devono darti l’impressione di essere competenti. Ricordati che il tuo cane sarà in mano loro.

Pulizia

Il posto ovviamente deve essere pulito. Potrà capitare di vedere qualche escremento e non preoccuparti, potrebbe essere molto fresco e non hanno avuto il tempo di raccoglierlo, però le condizioni generali del posto devono comunicare ordine, pulizia ed organizzazione.

Controlla gli ospiti

Cane Su Muretto

I cani presenti in pensione quando vai a visitarla dovrebbero essere felici e non terrorizzati o spaventati quando vedono i gestori.

Spazi verdi

Qui vale la regola più ce ne sono meglio è. Fondamentale che vi siano delle aree di sgambamento comuni dove i cani possano giocare tra di loro

Recinzioni

Le recinzioni devono essere robuste e alte, meglio se con il cemento alla base in modo da non permettere al cane di scavare e oltrepassarle. Qui ne va della sicurezza del vostro e degli altri cani, per cui è un punto da tenere molto in considerazione.

Zone d’ombra

Devono esserci molte piante ed aree ombreggiate, dove i cani possano rifugiarsi se fa caldo, e sempre acqua a disposizione.

spazio interno

Di giorno è bene che il cane stia fuori ma di notte ci deve essere una zona interna dove il cane possa essere al riparo, o comunque un luogo che sia al coperto se piove.

Libretto sanitario

È una buona cosa (anzi, è fondamentale) che ti venga chiesto il libretto sanitario che riporta le vaccinazioni in regola. Questo perché se lo chiedono a te vuol dire che lo chiedono a tutti e questo ti dà un’idea delle procedure che seguono. Anche se il tuo cane è vaccinato, gli altri potrebbero non esserlo.

Antiparassitari

Meglio se ti viene fatta richiesta di mettere al tuo cane il collare antiparassitario o applicare una fialetta.

Questo eviterà che incontrando altri cani non si trasmettano parassiti come zecche e pulci. Questo come per le vaccinazioni ti garantisce che tutti i cani ospitati siano controllati.

Il giorno di prova

Prima del soggiorno dovrebbe essere obbligatorio fare un giorno di prova, cioè portare il tuo cane solo per una giornata dal mattino alla sera o al più una notte, questo per farlo ambientare sia con con il luogo che con le persone che ci lavorano.

Inoltre ritornando a prenderlo subito capirà che non è stato abbandonato e quindi saprà che tornerai a prenderlo anche quando si troverà in pensione per svariati giorni.

Veterinario

Chiedi se la struttura ospita un veterinario o se questo fa visita su richiesta quanto necessario, 24 ore su 24 in caso di necessità. Chiedi anche se c’è un custode notturno o comunque che i cani non siano abbandonati la notte ma che ci sia sempre qualcuno nell’edificio.

Cure specifiche

Se hai un cane che segue una dieta particolare o che prendi medicinali assicurati che non ci siano problemi a riguardo.

Il suo cibo

Chiedi se puoi portare il cibo a cui il tuo cane è abituato. Il cibo usato in pensione non è testato sul tuo cane e in casi particolari potrebbe contenere alimenti a cui è allergico o potrebbe non piacergli. Inoltre avere il suo solito cibo lo farà rientrare nella routine quotidiana.

Ore all’aperto

Chiedi quante ore il tuo cane avrà a disposizione all’aperto.

A volte i cani hanno recinti che hanno una parte all’aperto ed una al coperto, e viene lasciata a loro la “gestone” in base ai loro desideri.

Altre pensioni hanno recinti interni, dove i cani passano la notte o parte della giornata, ed una zona dedicata all’aperto con vari recinti dove i cani vengono spostati uno ad uno e portati a giocare.

Conclusione

Questi sono alcuni dei fattori che potrai verificare di persona quando scegli la tua nuova pensione per cani.

Non abbiamo menzionato il fattore monetario, pensiamo che siano più importanti altre questioni quando si tratta di lasciare il nostro cane in mano a qualcun altro.

Speriamo tu possa trovare una pensione adatta alle tue esigenze, in modo che durante la tua assenza tu possa stare senza pensieri!